Search

Interviewing without bias.

Updated: Dec 1, 2020

In my years of interviewing candidates in London, Cape Town and Milan I have had the pleasure of coming into contact with thousands of interesting individuals each with their own value to add. During my time coaching and mentoring people I noted that how they chose to present themselves and their backgrounds at the interview may have differed greatly but one thing they all had in common was they all arrived at my office with the hope (and expectation) of being considered fairly for the job.


As an interviewer our core role is to evaluate the person based on past performance and not the university they attended, their membership to exclusive clubs or volunteer work they put on their cv. Just like we should not evaluate a person based on their beauty or looks or which part of the city they reside in. We are all human and sometimes we confuse seeking common ground with bias. It doesn’t make us terrible people but it is important to realise that our job is important and the decisions we make when interviewing and selecting a candidate can make a huge impact on people's lives.


When interviewing your ultimate goal is to ascertain how that person will fit into the team, the company culture and the client target. It’s simple; what is their experience, what have they proven to have achieved and will they fit into the team? Perfectly put:


“Past performance speaks a tremendous amount about one’s ability & likelihood for success”. Mark Spitz


So here are some tips on how to conduct an UNBIASED INTERVIEW which I hope you will find useful:


1. interview with a checklist

Compare traits and experience to job description ensuring that you are evaluating the person based on the experience they bring to the table and matching it to what is needed to be successful in that particular role. This will mean that the decision you make is fair and in line with the company’s best interests.


2. take extensive notes

By jotting down answers to questions posed, feedback given by the candidate and examples of successes and failures will ensure that when you go back to evaluate each candidate post interview, you remember it all and not just what appealed to you the most as a human being.


3. involve other decision makers in the process

By including others in the management team in the decision making process you expand the pool of feedback and thoughts and ideas are shared ensuring that the candidate is evaluated in a fair and democratic manner.


Many large corporations are investing in professionals who are employed to research and implement diversity inclusion, a hot topic at the moment! Whether you, as the interviewer, are focused on eliminating bias or increasing the awareness of diversity inclusion remember that we are all human and all make mistakes. Take little baby steps and in time you will see the positive results filtering through the organisation by hiring the right people in the right jobs and including all cultures and backgrounds from our beautiful rainbow nation!

VERSIONE ITA


Colloquio senza pregiudizi.

Nel corso della mia esperienza come recruiter a Londra, Città del Capo e Milano ho avuto il piacere di entrare in contatto con migliaia di individui interessanti, ognuno con il suo talento particolare da offrire e, sebbene le modalità attraverso cui ciascuno di essi sceglieva di presentare se stesso e le proprie esperienze durante il colloquio differivano notevolmente le une dalle altre, c’era una cosa che tutti avevano in commune, e cioè che tutti arrivavano nel mio ufficio con la speranza (e l'aspettativa) di essere valutati in modo obiettivo e imparziale.


Il ruolo principale dell’intervistatore in un colloquio è quello di valutare la persona intervistata in base ai risultati che può aver ottenuto in passato e non in base all'università che ha frequentato, alla sua appartenenza a circoli esclusivi o alle esperienze di volontariato che ha inserito nel cv… proprio come, in generale, non dovremmo valutare una persona in relazione alla sua bellezza, al suo aspetto o alla zona della città in cui risiede. Siamo tutti umani e a volte confondiamo la ricerca di una base comune con il pregiudizio. Ciò non ci rende persone orribili, ma è importante rendersi conto che il nostro lavoro è importante e che le decisioni che prendiamo quando intervistiamo e selezioniamo un candidato possono avere un impatto enorme sulla vita delle persone.


Durante un colloquio l’obiettivo finale per l’intervistatore è quello di verificare in che modo quella determinata persona si inserirà nel team e nella cultura dell’azienda, adattandosi al target del cliente. Molto semplicemente: “Qual è la sua esperienza?”, “Che cosa ha dimostrato di aver raggiunto finora?” e “Si inserirà nel team?”. In poche parole:


"I risultati che una persona ha ottenuto in passato la dicono lunga sulle sue capacità e sulle sue probabilità di successo nella vita".

Mark Spitz


Ecco, dunque, alcuni suggerimenti su come condurre un COLLOQUIO IMPARZIALE che spero troverai utili:


1. Svolgi il colloquio utilizzando una checklist

Confronta le caratteristiche e le esperienze con la descrizione del lavoro, assicurandoti di valutare la persona in base all'esperienza che offre e confrontala con ciò che è necessario per avere successo in quel determinato ruolo. Ne deriverà, da parte tua, una decisione corretta e in linea con gli interessi della società.


2. Annota tutto

Annotare le risposte del candidato alle domande poste, il suo feedback e gli esempi da lui riportati di successi e fallimenti ti consentirà, una volta terminata la serie dei colloqui in vista delle valutazioni, di ricordare tutto di ciascun candidato e non solo ciò che più ha richiamato la tua attenzione come essere umano.


3. Coinvolgi altri responsabili decisionali nel processo

Attraverso l’inclusione nel processo decisionale di altri componenti del team di gestione potrai ampliare il bacino dei feedback e rendere possibile la condivisione di pensieri e idee, consentendo, in tal modo, una valutazione equa e democratica del candidato.

Molte grandi aziende stanno investendo in professionisti che vengono impiegati per fare ricerche e promuovere l'inclusione e la diversità, un tema di grande attualità in questo momento. Che la tua attenzione come intervistatore sia rivolta all'eliminazione dei pregiudizi o alla sensibilizzazione su inclusione e diversità, ricorda che siamo tutti umani e che tutti commettiamo errori. Procedi a piccoli passi e col tempo potrai ammirare i risultati positivi filtrare attraverso le stesse organizzazioni aziendali, che assumeranno le persone giuste per le posizioni di lavoro giuste includendo tutte le culture e provenienze della nostra bellissima nazione arcobaleno!

28 views0 comments

Recent Posts

See All