top of page

Intelligenza emotiva (IE)

In passato, le probabilità che qualcuno avesse successo erano molto spesso basate sul suo punteggio QI (quoziente intellettivo). Nel corso degli anni, però, la situazione è cambiata. Più cose scopriamo sull'intelligenza emotiva, più ci rendiamo conto che è un fattore fondamentale per determinare il successo di un individuo. Il fatto è che un QI alto non significa nulla se non può essere associato all’autoconsapevolezza e all'intelligenza emotiva; senza queste ultime, infatti, un QI alto indica semplicemente che quella determinata persona ha ottenuto un punteggio elevato in un test diagnostico.


Gli studi dimostrano che le persone con una IE elevata godono di una maggiore salute mentale, ottengono un migliore rendimento sul lavoro e mostrano capacità di leadership superiori.


Il concetto di intelligenza emotiva acquisì popolarità grazie al libro “Intelligenza emotiva” (“Emotional Intelligence”) scritto dal giornalista scientifico Daniel Goleman nel 1995.


COSA DICONO LE STATISTICHE:


"Nel report sul futuro del lavoro del World Economic Forum l'intelligenza emotiva viene annunciata come una delle prime 10 competenze lavorative nel 2020."

E ciò vale tanto più adesso, se prendiamo in considerazione la pandemia globale e gli effetti dello smart working, la leadership virtuale, la motivazione individuale e del team.


Il 90% delle persone con un’elevata IE è probabile che abbia successo.

Il 59% delle decisioni in materia di assunzioni si basa sull'IE dei candidati coinvolti nei colloqui.

Il 75% dei manager è più propenso a promuovere individui con un' IE elevata.

Nel corso degli anni, svolgendo il mio lavoro con persone desiderose di ottenere una trasformazione positiva nella propria carriera, mi sono resa conto che i tratti chiave dell'Intelligenza Emotiva sono fattori essenziali per determinare il successo di un individuo.


Dunque, quali sono questi cosiddetti tratti dell’IE?

Gli individui con un’IE elevata:

Integrità - rivelano il loro vero io, sono autentici ed emotivamente onesti.

Empatia - mostrano una sincera attenzione per le persone, si preoccupano per il benessere dei loro colleghi e del loro team.

Autoconsapevolezza - si rendono conto di ciò in cui sono bravi e delegano ciò che sanno gli altri faranno meglio. Hanno una visione d’insieme.

Autocontrollo - restano calmi durante situazioni di stress, pensano prima di parlare e rispondono anziché reagire.


Come posso diventare più Emotivamente Intelligente? 1) Facendo della positività e della gratitudine un'abitudine. Anche in questi tempi così difficili della pandemia di Covid-19, riuscire a essere grati e vedere la "luce" è una capacità preziosa. 2) Praticando la mindfulness (consapevolezza di sé prestando attenzione alla realtà nel momento presente) attraverso qualsiasi metodo ti faccia sentire a tuo agio: meditazione, scoperta di sé, confronto tra reazioni razionali ed emotive. 3) Riconoscendo quando i tuoi livelli di stress sono troppo alti e adottando delle misure per porvi rimedio: fai una pausa, organizza del tempo per te, pratica tecniche di respirazione. 4) Investendo in te stesso e intraprendendo un percorso di autoconsapevolezza attraverso la presa di coscienza di ciò che ti rende unico, di ciò che tocca le tue corde ma anche di ciò che ti frena. Dai un'occhiata alla valutazione del profilo aziendale e della personalità che offriamo come career advisors per assicurarti un passo nella giusta direzione: https://www.sabinabotti.com/mentoring-packs

Dal punto di vista del business mentoring, la gioia delle persone che decidono di attingere alla propria IE è per me un fenomeno estremamente interessante da osservare. È importante notare, tuttavia, che si tratta di un processo continuo e non di una soluzione "one-shot". I risultati positivi sull'organizzazione da parte dei manager con un’elevata IE sono nondimeno sbalorditivi. Investire e avere fiducia in se stessi: ecco la chiave!



5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page